VENERDÌ 24 LUGLIO ALLE ORE 19.00 IL PRIMO EVENTO “FROM SEATTLE TO PDH”
AL VIA GLI APERITIVI DIGITALI DEL PDH.
PRIMO APPUNTAMENTO CON LA SILICON VALLEY
Alessandro Contenti (Microsoft) e Max Ciccotosto (LightInTheBox.com, colosso dell’e-commerce)
raccontano all’Hub della Franciacorta la nuova Silicon Valley, tra Internet delle cose ed e-commerce globale

11703341_468457489997058_7205886508178517814_o

“From Seattle to PDH” è il titolo del primo degli appuntamenti del nuovo ciclo di incontri “Speech ‘n Chips”, gli aperitivi digitali a ingresso libero organizzati dal Palazzolo Digital Hub, il nuovo job center della Franciacorta dedicato all’innovazione, inaugurato all’inizio di quest’anno.

«“Speech ‘n chips” – gioco di parole che combina la convivialità di un aperitivo con la condivisione di esperienze – è il nome di una serie di incontri informali che si terranno presso la sede del PDH per conoscere i protagonisti della rivoluzione digitale – ha dichiarato Alberto Vezzoli, Amministratore di PDH – Un’occasione per entrare a far parte del mondo dell’innovazione sempre più in fermento, per aggiornarsi, per carpire qualche segreto o semplicemente curiosare e fare la conoscenza di personaggi altrimenti difficilmente raggiungibili in compagnia di qualcosa da bere e da stuzzicare».

“From Seattle to PDH” sarà il primo degli appuntamenti “Speech ‘n chips” e si terrà venerdì 24 luglio alle ore 19 presso la sede dell’Hub a Palazzolo sull’Oglio (in viale Europa 36 G, primo piano del Centro Fidelio). L’ingresso è gratuito. L’aperitivo vedrà per protagonisti due italiani che vivono nella Silicon Valley: Alessandro Contenti, Principal Development Manager nel gruppo Windows “Internet of Things” (IoT) di Microsoft, in Redmond, U.S.A., e Max Ciccotosto, già fondatore di startup di successo, oggi a capo dello sviluppo internazionale di Lightinthebox, colosso cinese dell’e-commerce noto in tutto il mondo, ed è Managing Director della sussidiaria americana.

L’evento offrirà lo spunto per chiacchierare di due temi caldi del momento: Internet of things (Internet delle cose) e il Global Retail (e-commerce globale).
Alessandro Contenti lavora come Principal Development Manager nel gruppo Windows “Internet of Things” (IoT), in Redmond, U.S.A. Il suo team è in carico della edizione Windows IoT Core di Windows 10, e in generale dell’ambiente di sviluppo, che permette a programmatori e “makers” di usare schede come Rasperry Pi 2 e Minnow Board Max. Un altro dei suoi team lavora sul .Net MicroFramework per schede più piccole. Lavora in Microsoft dal giugno 2000. Ha lavorato come “developer” su Team Server (il precusore di TFS), Venus (cioè il codename per Visual Web Developer) e Visual C++. Nel ruolo di Principal Development Manager in Visual C++, ha lavorato sullo sviluppo del C++ FrontEnd Compiler, di C++ AMP, della IDE di Visual C++, dei “debugging tools” specializzati per Graphics e per C++, e delle librerie C/C++. Si è laureato nel 1998 (cum laude) in Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano e ha studiato per sette mesi all’École Polytechnique a Parigi, dove ha sviluppato la sua tesi sui linguaggi funzionali. Attualmente, vive nelle vicinanze di Seattle ed è il padre (indaffarato e orgoglioso) di due gemelli di 5 anni di età.

Max Ciccotosto si è unito a LITB – un colosso cinese dell’e-commerce noto in tutto il mondo – nel gennaio 2013, dopo che la società acquisì Lockerz, di cui Max era Vice President of Product and Growth. Attualmente è a capo dello sviluppo internazionale di LITB ed è Managing Director della sussidiaria americana. Prima di Ador (ora LITB) Max è stato fondatore e CEO di Wishpot, società che si occupa di social commerce, acquisita nel 2012 da Lockerz. Wishpot spiccò come piattaforma per il social commerce per retailers, publishers e consumatori – con oltre un milione di clienti retail negli USA e in Europa. Prima di Wishpot, Max si è occupato di program management presso Microsoft, nell’Exchange Server Team. Ha una Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni presso l’Università di Bologna ed un Master in Ingegneria Elettrica presso l’Università di Washington. Fa consulenza a numerose startup (già mentor di Techstars ed H-Farm Ventures) e sta finendo di scrivere il suo primo libro di ricette.